Chi siamo

Il CIDM – Centro Internazionale di Documentazione sul Mosaico – è una sezione del Museo d’Arte della città di Ravenna nata nel 2003 grazie ai finanziamenti del progetto europeo Interreg III A Transfrontaliero Adriatico, Siti Unesco Adriatici, proseguito poi nel progetto EX.PO AUS (EXtension of POtentiality of Adriatic UNESCO Sites), ancora in corso.
Le principali attività riguardano la promozione della ricerca e dello studio sul mosaico, e la sua valorizzazione sia in quanto testimonianza dell’antico splendore dell’età giustinianea sia, allo stesso tempo, forma artistica del contemporaneo. La collezione, esposta nel piano terra del museo e ad accesso gratuito, narra l’evoluzione di quest’arte nell’arco di circa un secolo: dai primi del 900, con i cartoni pittorici realizzati in occasione dei restauri alle antiche decorazioni paleocristiane e bizantine, alle opere esposte alla mostra dei Mosaici moderni (1959), traduzioni in mosaico da cartoni di alcuni dei principali protagonisti della scena artistica internazionale, per arrivare sino ai giorni nostri con opere musive pervenute mediante donazioni e acquisizioni. Il CIDM infatti organizza con cadenza biennale, il premio GAeM – Giovani Artisti e Mosaico – dedicato a giovani artisti che si esprimono mediante un processo musivo, nelle sue forme più tradizionali ma anche in quelle più sperimentali ed eccentriche.

Per ciò che concerne la ricerca e lo studio, il CIDM dispone di una biblioteca specializzata aperta al pubblico e di un archivio. Quest’ultimo, frutto delle donazioni di alcuni mosaicisti del Gruppo, custodisce oltre alla ricchissima e varia documentazione manoscritta – tra cui i preziosi Diari che testimoniano giorno per giorno le attività delle botteghe -, anche i cartoni pittorici, strumento di lavoro preliminare ai restauri, e infine numerose fotografie storiche che documentano lo stato di conservazione del patrimonio musivo cittadino a partire dalla seconda metà del Novecento. Nell’archivio inoltre si conservano alcuni bozzetti delle opere d’arte che formano la collezione musiva esposta al pianterreno del museo.
Per rendere fruibile il risultato delle ricerche svolte e degli studi, alcuni ancora in corso, il CIDM ha sviluppato due banche dati consultabili on-line e in continuo aggiornamento: la Banca dati del Mosaico e la Banca dati Mosaicisti Contemporanei. Nella prima sono catalogate opere musive nazionali ed internazionali, con particolare attenzione a quelle conservate nei monumenti ravennati inseriti nella World Heritage List dell’UNESCO. La Banca dati permette di accedere ad informazioni molto dettagliate che riguardano i mosaici catalogati: descrizioni iconografiche ed iconologiche, materiali e tecniche esecutive, fonti, documenti e dati relativi allo stato di conservazione e ai restauri. La Banca dati dei Mosaicisti raccoglie invece schede descrittive relative a laboratori di Mosaico attualmente operanti nel territorio nazionale e non solo.